Militante d’Occidente

di Ernesto Orrico
con Gaetano Tramontana, Cristina Merenda, Anna Calarco
scene di Roberto Cavallaro
regia di Ernesto Orrico.
Produzione SpazioTeatro 2013

Militante d´Occidente è un flusso di parole attraverso il quale immergersi in 40 anni di storia d´Italia, 40 anni percorsi dal terrorismo rosso e nero, dalle stragi impunite, dalle declinazioni più paradossali della mafia, dalla corruzione politica neanche troppo sotterranea. Un catalogo incompleto e volutamente fazioso di situazioni e vicende che oltre alla storia, appartengono alla complessità della cultura italiana, nel bene e nel male.

La realtà tende sempre a superare la fantasia, e qui i confini di cronaca e racconto sono molto sfumati… talvolta ad immaginare comportamenti privati si finisce per mettere a nudo la verità delle azioni politiche, in un contesto in cui si muovono sempre più uomini che rivestono cariche pubbliche come fossero personaggi teatrali da interpretare.

I performer in scena, con toni fra il divertito e il disperato, riannodano i fili della biografia ipotetica di un militante che dalla provincia si ritrova a giocare (o forse solo immaginare?) un ruolo cardine immerso nel meglio o nel peggio della storia politica nazionale. Una storia esemplare, forse non così ipotetica, certo drammatica.

Tra sberleffo, poesia e tragedia immanente, una cavalcata irriverente nelle miserie di una classe dirigente capace di ingurgitare e digerire ogni cosa. Esiste la possibilità di una redenzione? A chi può essere affidata?

Rassegna stampa
Diritto di cronaca
Calabria Ora 17_01_2013
Sipario
CulturalLife 19_01_2013
Calabria Ora 22_01_2013
Quotidiano 22_01_2013