Città visibile || fotografia, scrittura teatrale, recitazione

SpazioTeatro & Alessandro Mallamaci Photography
CITTÀ VISIBILE – 2022
fotografia – scrittura teatrale – recitazione
un percorso integrato per raccontare la città

per giovani partecipanti dai 12 in su

Madrid – foto di paesaggio urbano scattata con lo smartphone @Alessandro Mallamaci

 

 

 

 

 

 

 

 

dal 23 marzo, ogni mercoledì h16-18

primo modulo | 23 marzo – 11 maggio | trekking urbano
– iPhonography, 4 incontri a cura di Alessandro Mallamaci
scrivi il tuo diario visivo personale, con immagini suggestive e originali. Inizia a raccontare davvero una storia: impara a scattare fotografie di ritratto o di paesaggio.
Dopo una breve introduzione teorica, farai molta pratica col tuo smartphone, accanto a un docente esperto.
– Scrittura teatrale, 4 incontri a cura di Gaetano Tramontana
costruisci un personaggio, racconta la sua storia, il suo punto di vista sui luoghi e sulla città. Quando avremo trovato i nodi tematici che ti interessa sviluppare, ti guideremo nello sviluppo delle tecniche di scrittura proprie del linguaggio teatrale.
Immaginiamo un percorso in cui la lettura e la scrittura, condivise in gruppo, leggono e interpretano il contesto urbano.

secondo modulo | dal 18 maggio all’8 giugno | lavoro in sala
Recitazione, 4 incontri a cura di Anna Calarco
dai voce e movimento a un personaggio. Le storie raccolte e scritte durante il primo modulo diventeranno la base per un lavoro sull’interpretazione di un breve monologo teatrale, da presentare come restituzione dell’intero percorso.

numero max partecipanti: 12

iscrizione entro il 19 marzo
tramite email a info@spazioteatro.net (oggetto città visibile) o wa al 3393223262

Dopo l’esperienza della prima edizione del laboratorio svolta nel corso dell’estate 2020, “Città visibile” riparte con una veste nuova, in collaborazione con il fotografo Alessandro Mallamaci.
Riparte dal trekking urbano che rappresenta il nucleo ispirativo delle storie e dei personaggi creati durante il percorso. Il laboratorio si svolgerà prevalentemente all’aperto. Il gruppo si concentrerà su un quartiere della città: raccoglierà, catturerà storie e immagini, restituendole poi attraverso il linguaggio fotografico e drammaturgico.
Dal primo step, nasceranno dei testi teatrali che potranno poi essere interpretati da chi vorrà proseguire con il secondo step, più propriamente teatrale.

I conduttori:
Alessandro Mallamaci
Fotografo professionista dal 2007, ma crea immagini dal ’96. Negli ultimi 20 anni si è dedicato al reportage di tutti quegli eventi che segnano la storia di una famiglia, come i matrimoni ad esempio, oltre a dedicarsi allo storytelling d’impresa.
Ama viaggiare, visitare mostre e musei, andare al cinema. Adora attraversare a piedi le città. Trae ispirazione da tutto ciò che non è legato alla fotografia professionale, per portare nella sua professione idee originali.
Lo appassiona la trasmissione dei saperi e l’arte dell’insegnamento.
Questo percorso lo ha portato a essere docente della prestigiosa Leica Akademie. È esperto di stampa fine art e ha organizzato eventi e festival di fotografia dal 2009. È socio Tau Visual, Associazione Nazionale Fotografi Professionisti ed è rappresentato dalla Galleria Valeria Bella di Milano.
Il suo dummy book “Un luogo bello” è stato finalista all’Andy Rocchelli Grant nel 2021, un concorso internazionale promosso da CESURA, con una giuria internazionale composta da membri del calibro di Alex Majoli e David Campany.
Nel 2018 ha curato l’allestimento della mostra “Malta 2018” alla Leica Galerie a Milano, progetto realizzato in collaborazione con Leica Camera Italia e Malta Tourism Authority.
Nel 2017 e nel 2018 è stato consulente scientifico per la produzione Sky Arts “Master of Photography“.
È stato finalista a Portfolio Italia nel 2015, e nello stesso anno ha esposto al SiFest Off.

Gaetano Tramontana
Regista, attore e autore teatrale.
Si diploma in regia alla Scuola di Specializzazione in Comunicazioni Sociali dell’Università Cattolica di Milano con tesi in Drammaturgia applicata. Ha trascorso ha Milano quindici anni della sua vita, durante i quali ha collaborato, nella stessa Università Cattolica, al Dipartimento di Comunicazione e Spettacolo. Sempre a Milano ha proseguito la sua formazione teatrale.
Autore di saggi sulla comunicazione e sul teatro pubblicati tra gli altri da Bulzoni, Mursia e Enciclopedia Treccani del 900, ha scritto e curato tre monografie rispettivamente su Luchino Visconti, Roberto Benigni e Orazio Costa.
Dal 2005 è direttore artistico di SpazioTeatro, compagnia indipendente da lui co-fondata nel 1999 a Reggio Calabria. Dal 2006 ha deciso di tornare a vivere a Reggio Calabria e dedicarsi totalmente all’attività teatrale. Ha all’attivo numerose regie teatrali. Tra le più recenti: La vera storia – dalla leggenda del pifferaio di Hamelin, Un altro metro ancora, dal testo di Katia Colica, Il vento magico, drammaturgia originale dalle fiabe calabresi raccolte da Letterio di Francia.
Dal 2017 dirige il Ragazzi MedFest – Festival Mediterraneo del Teatro Ragazzi.

Anna Calarco
Attrice e formatrice teatrale.
Inizia la sua formazione presso il Laboratorio dell’Attore di SpazioTeatro. In seguito, e tutt’ora, continua il suo percorso attraverso corsi di recitazione e pedagogia teatrale, con l’intento di una formazione quanto più possibile plurale e diversificata.
Si dedica in maniera particolare e preferenziale al teatro per ragazzi, ricercando un proprio linguaggio nella contaminazione tra teatro d’attore, teatro narrazione e teatro di figura.
Dal 2010 è attrice professionista per la compagnia SpazioTeatro. Tra le ultime produzioni: Le stanze di Ulisse; Il vento magico – dalle fiabe popolari calabresi raccolte da Letterio Di Francia; Amore love Psiche – adattamento da Apuleio; Racconti delle stelle; Atalanta; Di Vela in Vela.
Come formatrice teatrale concepisce e conduce laboratori rivolti soprattutto a bambini e ragazzi, nei quali pone l’accento sull’individualità, sulla natura istintiva e profonda che prescinde il testo e la performatività dell’agire in scena, alla ricerca di gesti, parole, azioni che restituiscano autenticità.
Parallelo e complementare al lavoro teatrale, quello dedicato alla letteratura per ragazzi: dal 2005 è co-fondatrice e responsabile delle attività artistiche e didattiche della Biblioteca dei Ragazzi e delle Ragazze, progetto per la promozione della lettura e della narrativa per ragazzi.
Da diversi anni collabora come volontaria per il Programma Nati per Leggere, per la sensibilizzazione alla lettura in famiglia sin dai primi mesi di vita.

costi
iscrizione € 30 (comprende il tesseramento a SpazioTeatro, l’assicurazione e il servizio di prestito librario per 12 mesi)
primo modulo (8 incontri) € 180,00
secondo modulo (4 incontri, facoltativi) € 50

SpazioTeatro assegna 1 borsa di studio a copertura totale della quota partecipazione e di iscrizione.
Per l’assegnazione vengono presi in considerazione criteri sia motivazionali che economici.
Per candidarsi alla borsa di studio è necessario inviare una lettera motivazionale e una breve presentazione a info@spazioteatro.net – nell’oggetto specificare “borsa di studio città visibile”. Alla candidatura potrà seguire un colloquio conoscitivo e la richiesta di un modello ISEE.